Descrizione del trekking

Le quote sono basse e questa due giorni è pensata per entrare nelle dinamiche della vita di montagna, dove gli spostamenti tra i vari luoghi e le incombenze da svolgere dettavano in passato i ritmi della giornata. Una due giorni che ci porterà a dormire a casa di amici di Kalipè, Laura e Massimo che poco oltre il confine ci metteranno a disposizione la loro casa, dove dormiremo ospiti e ci scalderemo al fuoco della vecchia Stube, la stanza di casa dove si viveva ed ancora oggi si vive la maggior parte del tempo.

Partiremo dal borgo italiano di Santa Croce, per risalire verso i Monti, della Val Bregaglia, ovvero quelle zone erbose, generalmente a quote comprese tra 800 e 1500 m, strappate in passato alla montagna con un duro lavoro di disboscamento. A differenza degli alpeggi, dove il bestiame pascolava liberamente, questi luoghi servivano per produrre erba da falciare, essiccare e conservare nei fienili per i periodi invernali. Ne toccheremo diversi, sospesi tra il fondovalle e le severe vette che preludono agli immensi Pizzo Cengalo e Badile, per poi scendere proprio a Bondo, di là dal confine, dove la frana del Cengalo del 2017 ha cancellato un’intera vallata. Dopo una cena in condivisione tutti a nanna ed in giorno successivo ci dedicheremo ad una traversata di ritorno, tra i bei paesi di Soglio e di Savogno, in cui attraverseremo strette vallate laterali in un continuo sali-scendi che ci porterà all’abitato di Savogno, raggiungibile solo a piedi e situato esattamente sopra alle Cascate dell’Acquafraggia, da cui attraverso il sentiero panoramico scenderemo nuovamente a Santa Croce a chiudere il nostro lungo anello attorno al Fiume Mera.

Informazioni tecnico/pratiche

Periodo di svolgimento:   16 – 17 Novembre 2019.

Tipologia: trekking itinerante.

Numero dei partecipanti : min 4/10 max.
Dislivelli in salita: da 700 a 900 m circa.     Altitudine max raggiunta: 1300 m
Lunghezze degli itinerari: 14 – 15 km circa.
Livello di difficoltà complessivo: MEDIO (vedi qui cosa significa). Traversate lunghe  in contesto autunnale, con varie possibilità di scendere nel fondovalle in caso di necessità e giungere a destinazione con mezzi pubblici. 

Durata: 6 – 7 h soste incluse.

Partenza da Milano, dietro alla stazione di LAMBRATEdal piccolo parcheggio su Via Rombon a fianco del distributore Q8 (raggiungibile con METRO linea verde, fermata Lambrate FS, vedi qui dove si trova) alle ore 7.00 con arrivo in loc. Santa Croce (SO) alle ore 9.15.Sono possibili altri punti di ritrovo lungo la strada. Rientro a Milano previsto il 17 Novembre per le 19.00.
Viaggio: auto in condivisione. Le spese di viaggio saranno suddivise tra i partecipanti, esclusi gli autisti e la guida.

Attenzione: necessario documento d’identità. 

E’ consigliato a tutti i partecipanti, anche in caso di frequentazione sporadica delle montagne svizzere, di attivare la copertura per l’eventuale soccorso sanitario in elisoccorso, divenendo sostenitori della fondazione REGA che sul territorio svizzero si occupa del recupero in aree remote e disagevoli di escursionisti ed alpinisti malati o traumatizzati, tramite elisoccorso. Il costo della donazione (30 CHF) che copre ogni anno fino al maggio dell’anno seguente, mette al riparo da eventuali conti salatissimi da sostenere in prima persona in caso di intervento del Soccorso Alpino Svizzero.

Sistemazione per il pernotto in casa privata messa gratuitamente a disposizione del gruppo, in camere multiple con bagni in condivisione. Cena e colazione saranno in condivisione e prevedono una spesa comunitaria il cui prezzo andrà suddiviso tra i partecipanti al trekking. I pranzi sono tutti al sacco ed a carico dei partecipanti. Necessario per il pernotto l’utilizzo del sacco lenzuolo. Dotarsi di ciabatte.

Accompagnamento professionale: Donald Suzzi, Guida Ambientale Escursionistica, socio LAGAP (n.tess.116), regolarmente assicurata come da normativa vigente, P.iva 04068270406.

Costo dell’accompagnamento professionale: 45,00 €/persona.

Partenza assicurata con un minimo di 4 iscritti. Il mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti è causa di annullamento della proposta escursionistica.

La prenotazione sarà considerata valida al versamento di una caparra di 30,00 €. Il saldo della quota escursionistica avverrà in contanti alla partenza del trekking. Per rinunce prima di 15 giorni dalla partenza verrà restituita la caparra, così come per rinunce entro i 15 giorni dalla partenza, ma con sostituzione del partecipante.  Rinunce dopo tale data non daranno luogo a restituzioni della quota versata.

La quota accompagnamento COMPRENDE: Servizio di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata dell’iniziativa.

La quota NON COMPRENDE: tutto quello non definito nella “quota comprende”: il viaggio da e per punto di ritrovo, i pranzi al sacco, la merenda, la cena del primo giorno e la colazione del secondo, ecc.

N.B. Il materiale per il pernotto insieme alla spesa comunitaria per la cena, verrà trasportato in auto al punto di arrivo, la mattina del sabato, quindi va organizzato in una piccola sacca a parte, che il secondo giorno andrà riposta nello zaino per la traversata in rientro.

Equipaggiamento Invernale Obbligatorio
Scarponi da trekking alti e impermeabili, abbigliamento a strati da trekking, leggero ma con un maglione o pile nello zaino, giacca pesante e giacca protettiva impermeabile (in Goretex o similari), fascia o berretto, guanti pesanti, coprizaino. Almeno 1 L di acqua a testa, meglio se thermos con bevande calde, occhiali da sole, torcia frontale. Cambio vestiti e necessario per il pernotto. Dotarsi di un paio di ciabatte/pantofole da usare in casa. Piccolo pronto soccorso e medicinali personali. 
Fortemente consigliati: bastoncini da trekking.

Altre info: la guida si riserva di escludere chi non ritenesse idoneo per condizioni o equipaggiamento, per la tutela della sicurezza della persona stessa e del gruppo. In caso di motivata esclusione non sono previsti rimborsi di viaggi e di nessun altro tipo, se non l’eventuale quota di partecipazione versata, anticipi compresi. Si chiede di avvertire il prima possibile in caso di rinuncia al trekking.

Alcune foto di questo trek

Il programma in dettaglio

Sabato 16 Novembre

Traversata: Santa Croce (520 m) – Era (1320 m) – Monte laghetti (1240 m) – Bondo (CH 800 m)

Traversata dei Monti: un po’ di ripidità e poi pascoli e vista sulla Bregaglia, fino a sconfinare in Svizzera e giungere nell’abitato di Bondo, con vista sul Cengalo ed il suo fronte di frana che è giunto sino ai piedi della casa dove saremo ospiti per la notte. Semplice cena comunitaria in condivisione e pernottamento.

Dislivello: +900 m -550 m.   Quota max raggiunta: 1320 m 

Lunghezza: 14,5 km circa.

Durata: 6 h 30′ soste incluse.

Tipo di percorso: traversata.

Livello di difficoltà: MEDIO.

Domenica 17 Novembre

Escursione: Bondo (800 m) – Soglio (1100 m) – Savogno (930 m) – Santa Croce (520 m)

Versante solatio della Val Bregaglia per la traversata di ritorno, con molti saliscendi che vanno a comporre il dislivello di giornata e qualche tratto di sentiero un po’ stretto. L’arrivo al caratteristico nucleo di Savogno ci riporterà ai tempi in cui i piedi avevano molto da lavorare…

Rientro a Milano previsto per le 20.00

Dislivello: +700 m -900 m.   Quota max raggiunta: 1200 m.

Lunghezza: 15 km circa.

Durata: 6 h 30′ soste incluse.

Tipo di percorso: traversata.

Livello di difficoltà: MEDIO.

Prima di procedere con la prenotazione assicurati di leggere bene il regolamento.

Se ne hai necessità, richiedi ora le ultime info!

Ti risponderemo a breve

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment