Descrizione dell’escursione

Un passo, quello del Sempione, due cime, quelle dello Straffelgrat, occidentale ed orientale, e l’ampia cresta che le unisce, con leggeri saliscendi e poche difficoltà a percorrerla, a meno che non siate troppo presi dal guardarvi attorno! Sì, perché davvero credo esistano pochi luoghi che con così poca fatica regalano un tale numero di vette a portata di occhi.

Questo lo scrivevo quando ho effettuato l’escursione allo Straffelgrat, ma siccome lì a portata di piedi c’è anche il Tochuhorn, che si risale anch’esso per una facile cresta-grat, l’idea, è quella di portare a casa bottino doppio, con solo poca fatica in più.

Partiremo dalla storia del passo del Sempione, per giungere al panorama dei 2633 m del punto altimetrico più elevato, anche se onestamente ogni metro di questa uscita regala scorci su cui l’occhio indugia, e salendo sì aggiungono perle su perle, con la comparsa del Weisshorn, della Punta del Rebbio, quella del Bietschhorn o del Dom.

Siamo a casa di Mr. Fletschhorn (3985 m), che, seppur da una distanza di sicurezza dalla sua parete Nord, domina la scena del Passo del Sempione, e per portare i saluti ci avvicineremo a lui con un giro ad anello, che sale in un contesto da subito aperto, caratterizzato da una modesta presenza di larici e rododendri che lasciano poi il posto ai pascoli erbosi.

Saliremo lungo il tracciato che porta allo Spitzhorli, ma giunti al Passo di Usseri Nanzlicke svolteremo a sinistra e percorreremo la lunga e facile cresta in direzione del gigante. Siccome Mr Fletsch è goloso, se fate i bravi e portate due pasticcini in modo da ingraziarvelo per la giornata, la vista sarà assicurata… Ed una volta goduto dell’aria fina, torneremo quindi verso la piana di Gampisch in cui il Barone Stockalper volle il suo Alte Spittel, il vecchio ospizio, dove aveva la sua residenza estiva: inutile dire che l’aveva scelta bene.

Informazioni tecniche

Numero dei partecipanti : min 4/14 max.
Dislivello: +/- 940 m circa. Quota massima raggiunta: Tochuhorn 2661 m.
Lunghezza: 13 km circa.

Percorso: parzialmente ad anello.
Livello di difficoltà: MEDIO+ (leggi qui cosa significa). Sentiero in qualche punto aereo nella parte di cresta, ma comunque sempre mediamente facile.
Tempo: 6 h 30′ soste incluse. Pranzo al sacco.

Viaggio: auto in condivisione.

Partenza da Milano, da Via Collecchio di fronte alla parrocchia di S.Maria Nascente, metro QT8 linea ROSSA (guarda qui dove si trova), alle ore 7.00, con arrivo in località Passo del Sempione, (CH) alle 9.20. Possibili altri punti di ritrovo lungo la strada. Rientro a Milano previsto per le 19.00.

Costo dell’iniziativa: 25,00 €/persona (10,00 € di caparra mediante app Satispay o bonifico bancario, il rimanente da pagare, preferibilmente in contanti, il giorno dell’escursione).

Costi di viaggio:  i costi saranno suddivisi tra i partecipanti, ed andranno saldati SOLAMENTE IN CONTANTI. In caso di buon riempimento delle auto (almeno 8 partecipanti su due auto, oppure 13 su 3 auto), gli autisti saranno esentati dai costi di viaggio. In caso contrario parteciperanno delle spese in misura proporzionale al mantenimento della quota auto contenuta per tutto il gruppo.

Attenzione: necessario documento d’identità. 

Per iscriversi è necessario contattare via email la guida scrivendo a donald.suzzi@gmail.com. Per iscrizioni il giorno precedente all’uscita contattare telefonicamente la guida.

Per attivare la copertura assicurativa INFORTUNI per i partecipanti è necessario nella mail di iscrizione riportare i propri dati anagrafici (nome e cognome, luogo e data di nascita, residenza e codice fiscale). Info, anche telefonicamente al numero 328 8398195. 

Accompagnamento professionale tenuto da Donald Suzzi, Guida Ambientale Escursionistica e libero professionista ai sensi della Legge n.4/2013 (socio LAGAP, n.116), regolarmente assicurato come da normativa vigente. P.iva 04068270406.

E’ consigliato a tutti i partecipanti, anche in caso di frequentazione sporadica delle montagne svizzere, di attivare la copertura per l’eventuale soccorso sanitario in elisoccorso, divenendo sostenitori della fondazione REGA che sul territorio svizzero si occupa del recupero in aree remote e disagevoli di escursionisti ed alpinisti malati o traumatizzati, tramite elisoccorso. Il costo della donazione (30 CHF) che copre ogni anno fino al maggio dell’anno seguente, mette al riparo da eventuali conti salatissimi da sostenere in prima persona in caso di intervento del Soccorso Alpino Svizzero.

Equipaggiamento Estivo Obbligatorio:
Scarponi da trekking alti e impermeabili o in alternativa scarpa bassa da escursionismo/trail con suola scolpita, abbigliamento a strati da trekking, giacca impermeabile (guscio tipo goretex), un pile, fascia/berretto e guanti leggeri, occhiali da sole e crema solare, torcia frontale e kit di pronto soccorso personale, consigliato un cambio completo da lasciare in auto (comprese le scarpe). Acqua almeno 1,5 L. Fortemente consigliati i bastoncini da trekking.

La quota comprende: Servizio di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata dell’iniziativa e copertura assicurativa infortuni per gli accompagnati.
La quota NON COMPRENDE: tutto quello non definito nella “quota comprende”: il viaggio da e per punto di ritrovo, il pranzo al sacco, la merenda, ecc.

In caso di rinuncia all’uscita da parte del cliente fino a 2 giorni dalla partenza dell’escursione (es. giovedì per uscita al sabato, venerdì per uscita di domenica), la caparra versata sarà trattenuta ma considerata valida per 2 mesi dalla data di quella originaria, per la partecipazione ad una nuova escursione.

In caso di comunicazione della rinuncia – per qualunque motivazione – il giorno precedente a quello della partenza dell’escursione, la caparra versata andrà persa e la rinuncia all’uscita da parte del cliente non prevede in alcun modo rimborsi di tipo economico.

In caso di annullamento dell’escursione da parte della guida, ad esempio per mancanza di partecipanti, condizioni meteo, cause di forza maggiore o comunque non dipendenti dagli iscritti, è previsto il rimborso della caparra versata, oppure la possibilità di fruirne per una uscita futura, nell’arco dei successivi 3 mesi dalla data dell’escursione originaria.

Altre info: La guida si riserva di escludere chi non ritenesse idoneo per condizioni o equipaggiamento, per la tutela della sicurezza della persona stessa e/o della sicurezza del gruppo. In caso di motivata esclusione non sono previsti rimborsi di viaggi e di nessun altro tipo, se non l’eventuale quota di partecipazione versata, anticipi compresi. Si chiede di avvertire il prima possibile in caso di rinuncia all’escursione.

Alcune foto di questo trek