Descrizione dell’escursione

Sul toponimo di questa montagna le fonti non sono univoche, e quelle più accreditate hanno due origini differenti: le prime fanno derivare il termine pécian e pécianett, montagna attigua di 100 m più alta, da “rastrello”, “pettine per raccogliere i mirtilli”; le seconde da péç, “mammella”. In effetti, visto dal versante sud-ovest, le sue forme sono tondeggianti ed erbose, quindi, visto che ancora non è stagione di mirtilli, noi di K propendiamo per l’origine lattifera!

A picco sulla Val Leventina, che quest’anno ci sta prendendo bene in quanto ad escursioni, il Pécian lo si sale partendo già in quota, ed attraversando una delle 4 zone umide di importanza nazionale presenti in Ticino, quella dell’Alpe di Chiera, caricata da più di 800 anni ed utilizzata anche oggi, ma solo in parte, per salvaguardare le zone di maggior pregio naturalistico del sito.

Dopo Chiera, si cambia musica e le pendenze diventano via via più sostenute fino all’attacco vero e proprio alla cima, che si raggiunge con una serie interminabile di tornantini (36!) che servono per addomesticare il ripido. Qui il tracciato passa a fianco di lunghi muraglioni para valanghe, costruiti alla fine del XIX secolo, ed ancora funzionali allo scopo. Dalla cima, raggiunta con una certa fatica, si domina la conca dei sottostanti splendidi Laghi di Chiera, impreziositi dalla piramide del Pizzo del Sole, e si abbraccia con lo sguardo un po’ tutto il Ticino, con il Pizzo Campo Tencia, proprio sull’altro versante della Leventina, a farla da padrone. Insomma, come sempre, una gran meta.

Informazioni tecniche

Numero dei partecipanti: min 3 – 15 max.
Dislivello: +/- 1000 m circa.     Quota massima raggiunta: Monte Pécian 2662 m
Lunghezza: 12,6 km circa.     
Percorso: A/R sullo stesso tracciato.
Livello di difficoltà: MEDIO+ (leggi qui cosa significa). La salita in vetta si sviluppa in contesto aereo ma sempre su sentiero ben marcato.
Tempo: 6 h 30′ soste incluse.     Pranzo al sacco.

Costo dell’iniziativa: 25,00 €/persona (10,00 € di caparra mediante l’applicazione Satispay o tramite bonifico bancario, il rimanente da pagare preferibilmente in contanti alla guida, il giorno dell’escursione).

Costi di viaggio:  i costi saranno suddivisi tra i partecipanti esclusi gli autisti e la guida, ed andranno saldati SOLAMENTE IN CONTANTI.

Partenza da Milano da Via Collecchio di fronte alla parrocchia di S.Maria Nascente, metro QT8 linea ROSSA, alle ore 7.00, con arrivo alla località Predèlp (Mairengo, CH) alle 9.10. Possibili altri punti di ritrovo lungo la strada. Rientro a Milano previsto per le 19.30.
Viaggio in auto, in condivisione.
Per il viaggio in condivisione sarà necessario indossare una mascherina di tipo chirurgico.

Attenzione: necessario documento d’identità. Le auto utilizzate dovranno essere in possesso della vignette autostradale svizzera (in caso di necessità di acquisto, metà del costo sarà suddiviso tra i partecipanti (esclusa la guida), metà sarà a carico del proprietario dell’auto).

Per iscriversi è necessario contattare via email la guida scrivendo a donald.suzzi@gmail.com.

Per attivare la copertura assicurativa INFORTUNI per i partecipanti è necessario nella mail di iscrizione riportare i propri dati anagrafici (nome e cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale). Info, anche telefonicamente al numero 328 8398195.

Accompagnamento professionale tenuto da Donald Suzzi, Guida Ambientale Escursionistica, socio LAGAP (n.tess.116), regolarmente assicurata come da normativa vigente. P.iva 04068270406.

E’ consigliato a tutti i partecipanti, anche in caso di frequentazione sporadica delle montagne svizzere, di attivare la copertura per l’eventuale soccorso sanitario in elisoccorso, divenendo sostenitori della fondazione REGA che sul territorio svizzero si occupa del recupero in aree remote e disagevoli di escursionisti ed alpinisti malati o traumatizzati, tramite elisoccorso. Il costo della donazione (30 CHF) che copre ogni anno fino al maggio dell’anno seguente, mette al riparo da eventuali conti salatissimi da sostenere in prima persona in caso di intervento del Soccorso Alpino Svizzero.

La quota comprende: Servizio di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata dell’iniziativa e copertura assicurativa infortuni per gli accompagnati.
La quota NON COMPRENDE: tutto quello non definito nella “quota comprende”: il viaggio da e per punto di ritrovo, il pranzo al sacco, la merenda, ecc.

In caso di rinuncia all’uscita da parte del cliente fino a 3 giorni dalla partenza dell’escursione (es. mercoledì per uscita al sabato, giovedì per uscita di domenica), la caparra versata sarà trattenuta ma considerata valida per 2 mesi dalla data di quella originaria, per la partecipazione ad una nuova escursione.

In caso di comunicazione della rinuncia – per qualunque motivazione – entro 2 giorni dalla partenza dell’escursione (es. giovedì per uscita al sabato, venerdì per uscita di domenica), la stessa caparra andrà persa. In ogni caso, la rinuncia all’uscita da parte del cliente non prevede in alcun modo rimborsi di tipo economico.

In caso di annullamento dell’escursione da parte della guida, per mancanza di partecipanti, motivi relativi al meteo, di forza maggiore o comunque non dipendenti dagli iscritti, è previsto il rimborso della caparra versata, oppure la possibilità di fruirne per una uscita futura, nell’arco dei successivi 3 mesi dalla data dell’escursione originaria.

Equipaggiamento Estivo Obbligatorio:
Scarponi da trekking alti e impermeabili o in alternativa scarpa bassa da escursionismo/trail con suola scolpita, abbigliamento a strati da trekking, giacca impermeabile (guscio tipo goretex), un pile, fascia/berretto e guanti leggeri, occhiali da sole e crema solare, torcia frontale e kit di pronto soccorso personale, consigliato un cambio completo da lasciare in auto (comprese le scarpe). Acqua almeno 1,5 L. Fortemente consigliati i bastoncini da trekking.

Informazioni relative alla situazione epidemica da COVID-19

Al fine di tutelare tutti i partecipanti e nell’intento di collaborare al contenimento della patologia denominata COVID-19, è fatto esplicito divieto di iscrizione all’escursione –  sotto la propria personale responsabilità:
1. a chiunque manifesti sintomi influenzali anche modesti;
2. a chiunque, sottoposto ad esami, risulti, al momento della partecipazione, positivo al tampone per la ricerca del SARS-CoV-2;
Durante l’escursione i partecipanti dovranno mantenere un distanziamento fisico di 1 m gli uni dagli altri e si raccomanda l’osseranza delle principali misure igienico-sanitarie inerenti il lavaggio delle mani con gel. 

Ogni partecipante, iscrivendosi all’uscita, accetta quanto sopra riportato e solleva la guida da responsabilità civili o penali riguardanti l’inosservanza delle indicazioni fornite, da seguire in materia di COVID-19.

Altre info: La guida si riserva di escludere chi non ritenesse idoneo per condizioni o equipaggiamento, per la tutela della sicurezza della persona stessa e/o della sicurezza del gruppo. In caso di motivata esclusione non sono previsti rimborsi di viaggi e di nessun altro tipo, se non l’eventuale quota di partecipazione versata, anticipi compresi. Si chiede di avvertire il prima possibile in caso di rinuncia all’escursione.

Alcune foto di questo trek