Descrizione dell’escursione

Luoghi conosciuti, ma in altra veste… D’estate meta di orde barbariche di merenderos, dovuto alla facilità del terreno, e d’inverno più o meno la stessa cosa, per poter calpestare un po’ di neve con le ciaspe. Ma allora, quando andarci alla Piana degli Andossi, bellissimo terrazzo sospeso tra la Valle Spluga e la Val Scalcoggia, a due passi dal Passo e tra montagne alte e aguzze?

Ma è chiaro: fuori stagione, e fuori weekend. Perché un mercoledì sia fuori weekend non c’è bisogno di spiegarlo, mentre invece il fuori stagione è inteso come alla fine di un inverno che inverno non è stato, e che quindi rende camminabili zone dove normalmente potrebbe trovarsi un metro di neve.

Poco dislivello, un terreno dolce ed ondulato, ma uno strappo per salire al Lago Nero, ed un discreto numero di km, con un tracciato che sulla carta prevede di salire fino appunto al Lago Nero. Da qui, sotto alle pareti occidentali del Pizzo Spadolazzo, scendere ed aggirare il Lago di Montespluga e la sua strada romana sepolta nelle acque, ed infine ritornare agli Andossi, dopo uno sguardo dall’alto all’orrida Gola del Cardinello. Questo sulla carta, ma dovremo vedere l’evoluzione del terreno in questi giorni, ovvero quanto picchierà duro il sole ormai alto sul manto nevoso, e le decisioni sul dove passare andranno prese a ridosso della partenza se non in loco.

Come sempre in questi casi, valuteremo col bilancino… ma ad ogni modo, il giro di montagne dello Spluga è di quelli che fanno sognare, ed anche il solo essere lì, in un mercoledì di sole, varrà il biglietto…

Informazioni tecniche

Numero dei partecipanti : min 4/9 max.
Dislivello: +/- 550 m circa.    Quota massima raggiunta: 2320 m.
Lunghezza: 14,5 km circa.

Percorso: ad anello.
Livello di difficoltà: MEDIO+ (leggi qui cosa significa). Piuttosto lungo.
Tempo: 6 h 30′ soste incluse. Pranzo al sacco.

Viaggio: auto in condivisione.   

Costo dell’iniziativa: 25,00 €/persona (10,00 € di caparra mediante l’applicazione Satispay o tramite bonifico bancario, il rimanente da pagare preferibilmente in contanti alla guida, il giorno dell’escursione). 

Costi di viaggio: i costi saranno suddivisi tra i partecipanti ed andranno saldati SOLAMENTE IN CONTANTI. In caso di buon riempimento delle auto (almeno 8 partecipanti su due auto, oppure 13 su 3 auto), gli autisti saranno esentati dai costi di viaggio. In caso contrario parteciperanno delle spese in misura proporzionale al mantenimento della quota auto contenuta per tutto il gruppo.

Partenza da Milano, dietro alla stazione di LAMBRATEdal piccolo parcheggio su Via Rombon a fianco del distributore di carburanti (raggiungibile con METRO linea verde, fermata Lambrate FS) alle ore 7.00 con arrivo in località Stuetta (SO) alle 9.20. Rientro a Milano previsto per le 19.00.
Per iscriversi è necessario contattare via email la guida scrivendo a donald.suzzi@gmail.com.

Per attivare la copertura assicurativa INFORTUNI per i partecipanti è necessario nella mail di iscrizione riportare i propri dati anagrafici (nome e cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale). Info, anche telefonicamente al numero 328 8398195.

Accompagnamento professionale tenuto da Donald Suzzi, Guida Ambientale Escursionistica, e libero professionista ai sensi della Legge n. 4/2013, socio LAGAP (n.tess.116), regolarmente assicurata come da normativa vigente. P.iva 04068270406.

Equipaggiamento Invernale Obbligatorio:
Scarponi da trekking alti e impermeabili, ramponcini da escursionismo
, abbigliamento a strati da trekking, giacca impermeabile (guscio tipo goretex), piumino leggero, un pile, fascia/berretto e guanti, occhiali da sole e crema solare, torcia frontale e kit di pronto soccorso personale. Thermos con bevande calde 1 L. Consigliato un cambio completo da lasciare in auto (comprese le scarpe). Fortemente consigliati i bastoncini da trekking.

La quota comprende: Servizio di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata dell’iniziativa e copertura assicurativa infortuni per gli accompagnati.
La quota NON COMPRENDE: tutto quello non definito nella “quota comprende”: il viaggio da e per punto di ritrovo, il pranzo al sacco, la merenda, ecc.

In caso di rinuncia all’uscita da parte del cliente fino a 2 giorni dalla partenza dell’escursione (es. giovedì per uscita al sabato, venerdì per uscita di domenica), la caparra versata sarà trattenuta ma considerata valida per 2 mesi dalla data di quella originaria, per la partecipazione ad una nuova escursione.

In caso di comunicazione della rinuncia – per qualunque motivazione – il giorno precedente a quello della partenza dell’escursione, la caparra versata andrà persa e la rinuncia all’uscita da parte del cliente non prevede in alcun modo rimborsi di tipo economico.

In caso di annullamento dell’escursione da parte della guida, ad esempio per mancanza di partecipanti, condizioni meteo, cause di forza maggiore o comunque non dipendenti dagli iscritti, è previsto il rimborso della caparra versata, oppure la possibilità di fruirne per una uscita futura, nell’arco dei successivi 3 mesi dalla data dell’escursione originaria.

Altre info: La guida si riserva di escludere chi non ritenesse idoneo per condizioni o equipaggiamento, per la tutela della sicurezza della persona stessa e/o della sicurezza del gruppo. In caso di motivata esclusione non sono previsti rimborsi di viaggi e di nessun altro tipo, se non l’eventuale quota di partecipazione versata, anticipi compresi. Si chiede di avvertire il prima possibile in caso di rinuncia all’escursione.

Alcune foto di questo trek