Descrizione del trekking

La carta del Rifugio Nani Tagliaferri aspetta da almeno due anni che arrivi il suo turno per essere pescata dal mazzo, e questa sembra finalmente la volta buona…

E’ il rifugio più alto delle Orobie bergamasche e per essere raggiunto in giornata è necessaria un’ottima gamba e molta voglia di scarpinare, quindi la soluzione su due giorni è indicata per rendere il tutto più semplice senza dover fare le corse, e si apre a possibilità diverse, che dovranno comunque fare i conti col meteo.

L’idea è quella della traversata, lasciando un’auto a Vilminore di Scalve, salendo a piedi da Ronco, attraverso i passi alti del sentiero CAI 416 e scendendo il giorno successivo dalla Valle di Gleno. E se il meteo consigliasse di modificare i piani sarà possibile farlo, considerando comunque che il rifugio è e rimane lontano.

Alta montagna quindi, con laghi, conche, ripidi pendii, sentieri a volte stretti, qualche tratto attrezzato con catene e roccia da vendere, una volta usciti dal bosco. Considerando il contesto, la presenza di molti punti di camminamento su cengia, non tecnici ma leggermente esposti, e la necessità di portarsi anche il sacco a pelo per dormire (norme Covid) che aumenta un po’ i pesi, risulta un trek per escursionisti esperti, già sperimentati e che si trovino a loro agio in situazioni analoghe.

Se le condizioni consentiranno delle digressioni, la mattina del secondo giorno ci concederemo la salita al Pizzo Tornello 2687 m da cui ammirare un po’ ogni cosa, dai lontani Adamello e Gran Zebrù, ai vicini Gleno e Sua Regina la Presolana, prima di scendere tutta la Valle di Gleno.

Attraverseremo i ruderi della Diga crollata appena inaugurata, quasi un secolo fa, portando con sé morte e inpunità, come in italia purtroppo succede di frequente. Il disastro del Gleno infatti è una pagina triste della storia del nostro paese ed avremo modo di approfondirlo leggendo documenti e testimonianze.

Un gran trek a degna chiusura di un’estate davvero notevole…

Informazioni tecnico/pratiche

Periodo di svolgimento:  12-13 Settembre 2020.

Tipologia: trekking itinerante.

Numero dei partecipanti : min 4/7 max.
Dislivelli: D1: +1400 -200 m circa;   D2:  +400 -1500 m circa  Altitudine max raggiunta: 2687 m
Lunghezze degli itinerari:  13-17 km circa.
Livello di difficoltà: IMPEGNATIVO per Escursionisti Esperti.  Richiesto allenamento al cammino; il trekking presenta alcuni punti esposti dotati di catene corrimano. I dislivelli in salita e discesa sono notevoli.

Durata: 6-7 h soste incluse.

Ritrovo e partenza da Milano, dietro alla stazione di LAMBRATEdal piccolo parcheggio su Via Rombon a fianco del distributore Q8 (raggiungibile con METRO linea verde, fermata Lambrate FS)  alle ore 6.45, con arrivo in località Ronco (Schilpario, BG) alle 9.00. Possibili altri punti di ritrovo lungo la strada.
Rientro a Milano il 13 Settembre, previsto per le 19.30.

Viaggio: auto in condivisione. Le spese di viaggio saranno suddivise tra i partecipanti, esclusa la guida.

Sistemazione per il pernotto presso il Rifugio Nani Tagliaferri in camere multiple con bagni in condivisione, con trattamento di mezza pensione.

Nota importante: in ottemperanza alle normative anti Covid, ogni escursionista partecipante dovrà essere dotato di sacco a pelo, asciugamani doccia e ciabatte personali, oltre a mascherina e gel disinfettante mani.

I pranzi sono al sacco ed a carico dei partecipanti. 

Accompagnamento professionale: Donald Suzzi, Guida Ambientale Escursionistica, socio LAGAP (n.tess.116), regolarmente assicurata come da normativa vigente, P.iva 04068270406.

Costo dell’accompagnamento professionale: 65,00 €/persona.

Costo del pernotto, da prenotare autonomamente a carico dei singoli partecipanti: 55,00 €/persona, da pagare direttamente in loco al rifugista.

Il mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti è causa di annullamento della proposta escursionistica.

La prenotazione sarà considerata valida al versamento di una caparra di 30,00 €. Il saldo della quota escursionistica dovrà avvenire entro 15 gg dalla partenza. Per rinunce prima di 15 giorni dalla partenza, o più tardive ma con sostituzione del partecipante, verrà restituita la caparra.  Rinunce dopo tale data non daranno luogo a restituzioni della quota versata.

La quota accompagnamento COMPRENDE: Servizio di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata dell’iniziativa, polizza infortuni per gli accompagnati.

La quota pernotto COMPRENDE: sistemazione in rifugio come descritto nella proposta.
La quota NON COMPRENDE: tutto quello non definito nella “quota comprende”: il viaggio da e per punto di ritrovo, i pranzi al sacco, i mezzi di trasporto, la merenda, ecc.

Per iscriversi è necessario contattare via email la guida scrivendo a donald@kalipetrekking.com. Per attivare la copertura assicurativa INFORTUNI per i partecipanti è necessario, nella mail di iscrizione, riportare i propri dati anagrafici (nome e cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale). Info anche telefonicamente, al numero 328 8398195.

Equipaggiamento Estivo Obbligatorio
Scarponi da trekking alti e impermeabili, o in alternativa scarpa bassa da trail running o escursionismo, con suola scolpita, abbigliamento a strati da trekking, leggero ma con un maglione o pile nello zaino, giacca protettiva impermeabile (in Goretex o similari), fascia o berretto, guanti leggeri, coprizaino. Almeno 1,5 L di acqua a testa, , occhiali da sole e crema solare ad alta protezione, torcia frontale, kit di pronto soccorso e medicinali personali.
Fortemente consigliati: bastoncini da trekking.

Altre info: la guida si riserva di escludere chi non ritenesse idoneo per condizioni o equipaggiamento, per la tutela della sicurezza della persona stessa e del gruppo. In caso di motivata esclusione non sono previsti rimborsi di viaggi e di nessun altro tipo, se non l’eventuale quota di partecipazione versata, anticipi compresi. Si chiede di avvertire il prima possibile in caso di rinuncia al trekking.

Il programma in dettaglio

Sabato 12 Settembre

Traversata: Salita al Rifugio Tagliaferri

Percorso in quota che toccherà i Passi del Venerocolo e del Vo’ (2485 m) con lunghi camminamenti in cengia ed estemporanee vedute sulla Valtellina per giungere infine al Passo del Venano aggirando tutta la conca del Torrente Vo’. Molta salita, ed un giorno per farla…

Sistemazione al Tagliaferri, cena e pernottamento.

Durata: 6 h soste incluse.

Tipo di percorso: traversata.

Livello di difficoltà: IMPEGNATIVO.

Domenica 13 Settembre

Traversata: Pizzo Tornello e la Diga del Gleno

Prima escursionismo e poi storia di una tragedia annunciata. A voi decidere cosa susciterà l’emozione maggiore. Ma di sicuro, passare letteralmente attraverso al vuoto del crollo, non può lasciare indifferenti.

Rientro a Milano.

Durata: 7 h soste incluse.

Tipo di percorso: traversata

Livello di difficoltà: IMPEGNATIVO..

Alcune foto di questo trek

Informazioni relative alla situazione epidemica da COVID-19.

Al fine di tutelare tutti i partecipanti e nell’intento di collaborare al contenimento della patologia denominata COVID-19, secondo quanto indicato dal DPCM 4.3.2020, è fatto esplicito divieto di iscrizione all’escursione –  sotto la propria personale responsabilità:
1. a chiunque manifesti sintomi influenzali anche modesti;
2. a chiunque sia stato comandato di isolamento cautelativo;

3. a chiunque, sottoposto ad esami, risulti, al momento della partecipazione, positivo al tampone per la ricerca del SARS-CoV-2;
4. a chiunque sappia di essere entrato in contatto da meno di 14 giorni  con persone di cui ai punti 1 – 2 – 3.

La partecipazione all’escursione sarà possibile solamente se in possesso di una mascherina facciale di tipo chirurgico da indossare durante il viaggio in auto, e gel disinfettante a base alcolica. Gli equipaggi, formati da max 2 persone/auto, dovranno obbligatoriamente indossare la mascherina. Durante l’escursione i partecipanti dovranno mantenere un distanziamento fisico di 2 m gli uni dagli altri e si raccomanda l’osseranza delle principali misure igienico-sanitarie atte a contenere l’epidemia inerenti il lavaggio delle mani con gel. Le indicazioni in merito alla condotta da tenere durante l’escursione saranno spiegate nel dettaglio durante il briefing iniziale e si raccomanda di seguire scrupolosamente le linee di comportamento impartite dalla guida.

Ogni partecipante, iscrivendosi all’uscita, accetta quanto sopra riportato e solleva la guida da responsabilità civili o penali riguardanti l’inosservanza delle indicazioni fornite, da seguire in materia di COVID-19.

Prima di procedere con la prenotazione assicurati di leggere bene il regolamento.

Se ne hai necessità, richiedi ora le ultime info!

Ti risponderemo a breve

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment