Descrizione dell’escursione

Vallate che conoscono presto il freddo autunnale, e per questo vanno esplorate prima che quel momento arrivi.

La Laggintal è una valle svizzera selvaggia e solitaria, che si stacca dalla Val Divedro e passa facilmente inosservata quando si sale verso il Sempione. Poco frequentata ed assolutamente a torto, questa valle è chiusa da montagne impressionanti, che vanno dai 2800 del Balmahorn e 3400 del Tallihorn a Sud ed Est per arrivare ai 4000 del celeberrimo trittico del Sempione verso occidente: Weissmies-Lagginhorn-Fletschhorn. Vette precluse agli escursionisti, che possono “solamente” giungere al cospetto di questi mostri sacri, e così faremo anche noi, ben felici di poterlo fare.

Primo punto di arrivo sarà il Laggin Biwak, posto a 2429 m in posizione ovviamente panoramica. Il bivacco più antico, voluto dal Club Alpino Femminile Svizzero e costruito negli anni ’50 del ‘900, era collocato decisamente più in alto, circa 300 m più sù, sulla via della Hosaasgrat, ma quando una valanga se lo portò via, la ricostruzione avvenne in luogo più sicuro. Se il meteo fosse incerto, qui giunti gireremo i tacchi, già soddisfatti del gran risultato, mentre se le condizioni assicureranno stabilità per più tempo andremo di lungo, e ci concederemo o di salire ancora in direzione del luogo in cui sorgeva il vecchio bivacco oppure andando con poco dislivello verso la zona della cascata formata dal Torrente Laggina, dove diversi corsi d’acqua, scendono dai ghiacciai sovrastanti, che sono purtroppo in veloce agonia. Sarebbe anche possibile chiudere il periplo della valle, ma oggettivamente il giro diventa molto lungo ed il ritorno presenta un po’ troppo comodo stradello… 🙂 Noi torneremo quindi dalla via di salita, su ripido sentiero.

Informazioni tecniche

Numero dei partecipanti : min 3/15 max.
Dislivello: +/- 1060 m circa fino al Bivacco.      Quota massima raggiunta: 2429 m.
Lunghezza: 12,2 km circa.      Tipologia di percorso:
A/R su stesso tracciato.
Livello di difficoltà: MEDIO/IMPEGNATIVO (leggi qui cosa significa). Percorso con tratti ripidi. Possibile fermarsi al bivacco se il gruppo proseguirà un poco nelle esplorazioni della valle
Tempo: 6 h 30′  soste incluse. Pranzo al sacco.

Costo dell’iniziativa: 20,00 €/persona (da pagare in contanti direttamente alla guida).

Costi di viaggio: viste le particolari restrizioni dovute al COVID-19 i viaggi saranno effettuati con equipaggi di 4 persone (autista e 3 passeggeri); i costi saranno suddivisi tra i partecipanti inclusi gli autisti, seppur in misura minore, ed andranno saldati alla guida SOLAMENTE IN CONTANTI.

Partenza da Milano, da Via Collecchio di fronte alla parrocchia di S.Maria Nascente, metro QT8 linea ROSSA (guarda qui dove si trova), alle ore 7.00, con arrivo in località Simplon Dorf, (CH) alle 9.15. Possibili altri punti di ritrovo lungo la strada. Rientro a Milano previsto per le 19.30.
Viaggio: auto in condivisione. Le spese di viaggio saranno suddivise tra i partecipanti, esclusa la guida.

ATTENZIONE: Per il valico del confine è necessario documento d’identità.

Per iscriversi è necessario contattare via email la guida scrivendo a donald.suzzi@gmail.com.

Per attivare la copertura assicurativa INFORTUNI per i partecipanti è necessario nella mail di iscrizione riportare i propri dati anagrafici (nome e cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale). Info, anche telefonicamente al numero 328 8398195.

Accompagnamento professionale tenuto da Donald Suzzi, Guida Ambientale Escursionistica, socio LAGAP (n.tess.116), regolarmente assicurata come da normativa vigente. P.iva 04068270406.

La quota comprende: Servizio di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata dell’iniziativa e copertura assicurativa infortuni per gli accompagnati.
La quota NON COMPRENDE: tutto quello non definito nella “quota comprende”: il viaggio da e per punto di ritrovo, il pranzo al sacco, la merenda, ecc.

Informazioni relative alla situazione epidemica da COVID-19.

Al fine di tutelare tutti i partecipanti e nell’intento di collaborare al contenimento della patologia denominata COVID-19, secondo quanto indicato dal DPCM 4.3.2020, è fatto esplicito divieto di iscrizione all’escursione –  sotto la propria personale responsabilità:
1. a chiunque manifesti sintomi influenzali anche modesti;
2. a chiunque sia stato comandato di isolamento cautelativo;

3. a chiunque, sottoposto ad esami, risulti, al momento della partecipazione, positivo al tampone per la ricerca del SARS-CoV-2;
4. a chiunque sappia di essere entrato in contatto da meno di 14 giorni  con persone di cui ai punti 1 – 2 – 3.

La partecipazione all’escursione sarà possibile solamente se in possesso di una mascherina facciale di tipo chirurgico da indossare durante il viaggio in auto, e gel disinfettante a base alcolica. Gli equipaggi, formati da max 4 persone/auto, dovranno obbligatoriamente indossare la mascherina. Durante l’escursione i partecipanti dovranno mantenere un distanziamento fisico di 2 m gli uni dagli altri e si raccomanda l’osseranza delle principali misure igienico-sanitarie atte a contenere l’epidemia inerenti il lavaggio delle mani con gel. Le indicazioni in merito alla condotta da tenere durante l’escursione saranno spiegate nel dettaglio durante il briefing iniziale e si raccomanda di seguire scrupolosamente le linee di comportamento impartite dalla guida.

Ogni partecipante, iscrivendosi all’uscita, accetta quanto sopra riportato e solleva la guida da responsabilità civili o penali riguardanti l’inosservanza delle indicazioni fornite, da seguire in materia di COVID-19.

Equipaggiamento Estivo Obbligatorio:
Scarponi da trekking alti e impermeabili, abbigliamento a strati da trekking, giacca impermeabile (guscio tipo goretex), un pile, fascia/berretto, guanti leggeri, occhiali da sole e crema solare, torcia frontale, consigliato un cambio completo da lasciare in auto (comprese le scarpe). Acqua almeno 1,5 L.

Altre info: La guida si riserva di escludere chi non ritenesse idoneo per condizioni o equipaggiamento, per la tutela della sicurezza della persona stessa e/o della sicurezza del gruppo. In caso di motivata esclusione non sono previsti rimborsi di viaggi e di nessun altro tipo, se non l’eventuale quota di partecipazione versata, anticipi compresi. Si chiede di avvertire il prima possibile in caso di rinuncia all’escursione.

Alcune foto di questo trek

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment