Descrizione dell’escursione

Un connubio perfetto tra vette ed alpeggi, alta e bassa quota, acqua dell’incassato solco vallivo e panorama delle zone più elevate. In più, la possibilità di scegliere se compiere tutto il programma o solamente la parte più bassa, con ovviamente un grado di difficoltà diverso a seconda dell’opzione prescelta. In ognuno dei due casi, un gran bel giro, immerso nell’arte delle case e delle chiese, che facevano molto del vivere in montagna una volta.
Piemonte, Val Cavaione, a casa del Monte Rosa, in una valle laterale della Valsesia, nella quale scorre il Torrente Cavaione che le da il nome. Sarà un anello che risale il lato orografico sinistro e girerà sulla testata della valle per giungere al nucleo abitativo dell’Alpe Seccio, caratterizzato dalla presenza di un oratorio con affreschi del 1400. Da Seccio, dove si trova anche un Rifugio, purtroppo ancora chiuso in questo periodo, se il meteo lo consentirà inizieremo a salire verso l’alpeggio Piana delle Rive, dove a quota di 1574 m chi vorrà potrà fermarsi in posizione panoramica sul Pizzo di Tracciora di Cervatto. Sosta, per chi sarà “arrivato”, dopo circa 1000 m mentre per chi ne ha ancora un pizzico gli ultimi 120 m di salita per la vetta di Cima Massero (1596) in un’ultimo tratto tra faggi e rododendri. Una volta in cima, il Rosa è servito su un piatto d’argento, portato dal cameriere Tagliaferro, che lo copre il giusto senza smanie di protagonismo… Riposo e e brevi pisolini, e scenderemo poi di nuovo a Seccio,  da dove per lunghi tratti di mulattiera storica che saliva dal basso torneremo a Boccioleto attraversando il bel borgo di Solivo.

Informazioni tecniche

Numero dei partecipanti : min 6/15 max.
Dislivello: +/- 1130 m circa.      Quota massima raggiunta: 1696 m.
Lunghezza: 14,1 km circa.      Tipologia di percorso:
ad anello + salita in cima A/R (vetta facoltativa).
Livello di difficoltà: MEDIO/IMPEGNATIVO (leggi qui cosa significa).
Tempo: 8 h soste incluse. Pranzo al sacco.

Costo dell’iniziativa: 20,00 €/persona (da pagare in contanti direttamente alla guida). 

Partenza da Milano, da Via Collecchio di fronte alla parrocchia di S.Maria Nascente, metro QT8 linea ROSSA (guarda qui dove si trova), alle ore 7.00, con arrivo alla località Boccioleto (VC) alle 9.00. Possibili altri punti di ritrovo lungo la strada. Rientro a Milano previsto per le 19.30.
Viaggio: auto in condivisione. Le spese di viaggio saranno suddivise tra i partecipanti, esclusi gli autisti e la guida.

Per iscriversi è necessario contattare la guida via email scrivendo a donald@kalipetrekking.com.

Per attivare la copertura assicurativa INFORTUNI per i partecipanti è necessario nella mail di iscrizione riportare i propri dati anagrafici (nome e cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale). Info, anche telefonicamente al numero 328 8398195.

Accompagnamento professionale tenuto da Donald Suzzi, Guida Ambientale Escursionistica, socio LAGAP (n.tess.116 www.lagap.org), regolarmente assicurata come da normativa vigente. P.iva 04068270406.

La quota comprende: Servizio di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata dell’iniziativa e copertura assicurativa infortuni per gli accompagnati.
La quota NON COMPRENDE: tutto quello non definito nella “quota comprende”: il viaggio da e per punto di ritrovo, il pranzo al sacco, la merenda, ecc.

Equipaggiamento estivo obbligatorio:
Preferibilmente scarponi da trekking alti e impermeabili, in alternativa scarpa mid o bassa, ma da trekking e con suola scolpita. Abbigliamento a strati da trekking, giacca protettiva impermeabile, pile, nello zaino fascia o berretto e guanti, occhiali da sole e crema solare, torcia frontale, consigliato un cambio completo da lasciare in auto (comprese le scarpe). Acqua (almeno 1,5 L). Consigliati bastoncini da trekking.

Altre info: La guida si riserva di escludere chi non ritenesse idoneo per condizioni o equipaggiamento, per la tutela della sicurezza della persona stessa e/o di quella del gruppo. In caso di motivata esclusione non sono previsti rimborsi di viaggi e di nessun altro tipo, se non l’eventuale quota di partecipazione versata, anticipi compresi. Si chiede di avvertire il prima possibile in caso di rinuncia all’escursione.

Alcune foto di questo trek

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment