Descrizione dell’escursione

Ritorniamo a camminare, dopo la lunga pausa dovuta al virus, e lo facciamo sulle prealpi bergamasche, quelle Orobie da tanti, fin troppo spesso snobbate e scartate in nome di vette considerate più nobili. Beh, cammino in questi luoghi da qualche anno e sinceramente non ho mai capito cosa ci dovrebbe essere di immeritevole nei profili di queste montagne. Ad ogni modo, Cima di Lemma, posta sullo spartiacque tra la bergamasca e le Orobie valtellinesi sarà la meta di un percorso ad anello che toccherà alcune zone fortificate della Linea Cadorna, edificate proprio sulla linea di cresta, tra i Passo di Lemma e quello di Tartano. In mezzoun bel tratto di cresta, non difficile, ed utile a chi vorrà iniziare a sperimentarsi su percorsi un poco aerei, dove guardarsi attorno a 360° dopo aver guardato a dove mettere i piedi. La zona presenta resti di triceramenti e postazioni di tiro da cui passeremo ed è caratterizzata da una dualità ben marcata tra il versante bergamasco, dove sono presenti gli impianti di risalita e le piste da sci della località di San Simone, che oggi più che mai suonano come un inno alla stoltezza umana, ed invece il versante settentrionale, della Val Tartano, sicuramente più selvaggia ed incontaminata: i due versanti, vista la presenza in zona di facili valichi (Lemma, Tartano, Porcile) ha da sempre avuto scambi commerciali notevoli che interessavano soprattutto ferro e formaggi. A completare la giornata, come ogni escursione che si rispetti, scorci notevoli su montagne severe e rocciose, e sui placidi laghi di Porcile che originano dalle pendici del Monte Cadelle.

Media difficoltà, con dislivello contenuto e qualche tratto aereo: quello che ci vuole per tornare a muoversi in ambiente montano.

Informazioni tecniche

Numero dei partecipanti: min 4/15 max.
Dislivello: +/- 700 m circa.     Quota massima raggiunta: Cima di Lemma 2345 m.
Lunghezza: 9,9 km circa.     
Percorso: ad anello.
Livello di difficoltà: MEDIO (leggi qui cosa significa).
Tempo: 6 h  soste incluse.     Pranzo al sacco.

Costo dell’iniziativa: 20,00 €/persona (da pagare in contanti direttamente alla guida).

Partenza da Milano, dietro alla stazione di LAMBRATEdal piccolo parcheggio su Via Rombon a fianco del distributore Q8 (raggiungibile con METRO linea verde, fermata Lambrate FS) alle ore 7.00 con arrivo in località San Simone (BG) alle 9.10. Rientro a Milano previsto per le 19.00.
Viaggio in auto, in condivisione. Le spese di viaggio saranno suddivise tra i partecipanti, esclusi gli autisti e la guida.

Per iscriversi è necessario contattare via email la guida scrivendo a donald@kalipetrekking.com.

Per attivare la copertura assicurativa INFORTUNI per i partecipanti è necessario nella mail di iscrizione riportare i propri dati anagrafici (nome e cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale). Info, anche telefonicamente al numero 328 8398195.

Informazioni relative alla situazione epidemica da COVID-19.

Al fine di tutelare tutti i partecipanti e nell’intento di collaborare al contenimento del Covid 19, è fatto esplicito divieto di iscrizione all’escursione, sotto la propria personale responsabilità:
1. a chiunque manifesti sintomi influenzali anche modesti o presenti febbre;
2. a chiunque sia stato comandato di isolamento cautelativo;
3. a chiunque sappia di essere entrato in contatto da meno di 14 giorni  con persone di cui ai punti 1 – 2.

La partecipazione all’escursione sarà possibile solamente se in possesso di una mascherina facciale di tipo chirurgico da indossare obbligatoriamente durante il viaggio in auto ed all’occorrenza lungo il sentiero. Gli equipaggi saranno formati da max 4 persone/auto. Durante l’escursione i partecipanti dovranno mantenere un distanziamento di 2 m gli uni dagli altri ed attenersi alle indicazioni della guida per la progressione sul sentiero. Si raccomanda inoltre l’osservanza delle misure igienico-sanitarie inerenti il lavaggio delle mani con gel disinfettante.

La quota comprende: Servizio di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata dell’iniziativa e copertura assicurativa infortuni per gli accompagnati.
La quota NON COMPRENDE:
tutto quello non definito nella “quota comprende”: il viaggio da e per punto di ritrovo, il pranzo al sacco, la merenda, ecc.

Accompagnamento professionale tenuto da Donald Suzzi, Guida Ambientale Escursionistica, socio LAGAP (n.tess.116), regolarmente assicurata come da normativa vigente. P.iva 04068270406.

Equipaggiamento Estivo Obbligatorio:
Scarponi da trekking alti e impermeabili, abbigliamento a strati da trekking, giacca protettiva impermeabile, pile nello zaino, fascia o berretto, guanti, occhiali da sole, torcia frontale, consigliato un cambio completo da lasciare in auto (comprese le scarpe). Acqua almeno 1,5 L. Consigliati bastoncini da trekking.

Altre info: La guida si riserva di escludere, chi non ritenesse idoneo per condizioni o equipaggiamento. Per la tutela della sicurezza della persona stessa e/o della sicurezza del gruppo. In caso di motivata esclusione non sono previsti rimborsi di viaggi e di nessun altro tipo, se non l’eventuale quota di partecipazione versata, anticipi compresi. Si chiede di avvertire il prima possibile in caso di rinuncia all’escursione.

Alcune foto di questo trek

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment